marinacolonna26

 

Si ha come l’impressione di un viaggio a ritroso nel tempo, quando si percorrono le strade immerse nel verde che attraversano la terra molisana: profuma di antico l’atmosfera rarefatta, le colline dalle linee dolci, la luce dorata fra gli ulivi e i campi di grano.

Il protagonista d’eccellenza è l’ulivo, che caratterizza il paesaggio e la storia di questa terra. Qui nasce l’olio profumato prodotto da Marina Colonna, che dal 1996 è alla guida dell’azienda agricola ereditata dal padre, don Francesco Colonna. 

 

marinacolonna4

 

Le origini del rapporto con questa terra risalgono agli inizi del 1800, quando  la duchessa Cattaneo di Sannicandro, sposò Prospero Colonna portando i terreni di Bosco Pontoni in dote.  

Al posto delle coltivazioni del tabacco e allevamento di bestiame del secolo scorso  oggi ci sono distese di alberi di ulivo, campi di grano e girasoli. Aironi, falchi ed uccelli migratori sostano e si nutrono nei tre laghetti artificiali, i primi del meridione, realizzati all’inizio degli anni ‘60 da don Francesco. 

 

 Masseria Bosco Pontoni, nei pressi di San Martino in Pensilis, ad un’altitudine di 120 metri. 180 ettari coltivati a cereali, oliveti e ortaggi

 

VARIETA’ DELLE OLIVE

marinacolonna25

 

L’uliveto, che si estende per circa 55 ha, è costituito da una variegata selezione di cultivar sia di natura autoctona che provenienti dalle maggiori regioni olivicole, a carattere sperimentale. Più della metà avranno la certificazione biologica tra pochi mesi. Nell’azienda sono coltivate oltre quindici varietà:

Leccino, Frantoio, Peranzana, Gentile di Larino, Coratina, Ascolana Tenera, FS17, Cima di Melfi, Rosciola, Maiatica, Nocellara del Belice, Nociara, Itrana, Kalamata, Termite di Bitetto, Leccio del Corno.

 

 

marinacolonna21

 

METODI  DI COLTIVAZIONE

 

marinacolonna

 

La buona qualità parte dall’attenzione nella scelta dei concimi. Si utilizzano concimi naturali insieme al compost prodotto in azienda. La potatura prevede un intervento invernale ed uno estivo (potatura verde), mentre l’irrigazione a goccia nei mesi caldi è un aiuto indispensabile per una razionale gestione della pianta, al fine di garantire il massimo equilibrio vegeto – produttivo, evitando stress idrici che possono compromettere la sua crescita e produttività.

 

marinacolonna50